Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo scorso anno è stato il migliore di sempre per la donazione di organi in Svizzera. Nel 2015 i trapianti sono stati 471: il 17% in più rispetto ai dodici mesi precedenti, ha comunicato oggi Swisstransplant.

I donatori deceduti sono stati 143, di cui 127 in stato di morte cerebrale e dunque con funzioni cardiovascolari intatte.

Questo dato corrisponde a 17,4 donatori per milione di abitanti, contro 14,4 del 2014. Come stabilito in un piano adottato nel 2013, la Confederazione punta a raggiungere almeno un tasso di 20 donatori per milione di abitanti per il 2018.

Vi sono state inoltre ulteriori 103 persone in vita alle quali è stato prelevato un organo. Globalmente, 552 pazienti hanno beneficiato di un organo nuovo (il 10% in più rispetto al 2014).

I fattori determinanti per l'attuale incremento sono il finanziamento assicurato a livello nazionale dei cosiddetti "coordinatori locali" che negli ospedali sensibilizzano alla donazione di organi. Grazie a questi ultimi il tema non è più un tabù ma acquista un'importanza sempre maggiore, afferma il comunicato.

Attualmente, 1'384 pazienti restano in lista d'attesa, numero in leggero rialzo in confronto a un anno fa, quando erano 1'370. Sono state invece 65 le persone decedute in seguito all'impossibilità di vedersi attribuito un organo, quattro in più del 2014.

Secondo il dottor Franz Immer, direttore di Swisstransplant, in alcuni casi lo stato di salute di alcuni pazienti peggiora talmente tanto col tempo che il trapianto non si rende più praticabile. "È necessario un incremento costante del numero di donatori per vedere degli effetti", ha detto Immer.

Secondo la fondazione, un solo donatore può salvare fino a sette vite. La tessera per entrare a fare parte del programma può essere ottenuta direttamente online o scaricata tramite un'applicazione per smartphone.

In Svizzera, vige un sistema di prelievo degli organi differente rispetto a quello di altri paesi vicini. In diversi Stati infatti, la legge prevede che a priori tutti siano considerati come donatori. Chi si oppone deve dichiararlo annunciandosi personalmente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS