Navigation

La moglie dell'agente incriminato lo abbandona

Sulla casa dell'agente sono comparsi dei graffiti. KEYSTONE/AP/Phelan M. Ebenhack sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2020 - 19:00
(Keystone-ATS)

Licenziato, arrestato con l'accusa di omicidio ed ora lasciato anche dalla moglie, una ex reginetta di bellezza del Minnesota.

È la sorte di Derek Chauvin, 44 anni, l'agente incriminato per la morte a Minneapolis di George Floyd, l'afroamericano che aveva immobilizzato a terra tenendo un ginocchio sul suo collo per nove minuti.

"Kellie Chauvin è devastata dalla morte di George Floyd e desidera sciogliere il suo matrimonio", ha fatto sapere il suo avvocato. I due sono sposati da 10 anni.

"Mio marito ha modi ruvidi, ma sotto l'uniforme è un tenerone", aveva confidato in una intervista del 2018. La donna, nata nel Laos e vissuta per anni in un campo di rifugiati, ha due figli da un precedente marito, di cui era rimasta vedova.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.