BERNA - Come aveva già fatto sapere in gennaio, la SSR SRG idée suisse non comunicherà ai partiti l'esito del sondaggio sulle votazioni popolari del prossimo 7 marzo e ha reso noto di aver informato le varie forze politiche di questa sua decisione.
Ne va della credibilità della televisione pubblica, ha affermato il suo portavoce Daniel Steiner, confermando una notizia della "Basler Zeitung".
I dati sono in possesso dell'istituto Gfs.Berna, che ha condotto il sondaggio e che ha dovuto fare i conti con la contestazione della SSR all'indomani della votazione sui minareti. L'istituto aveva errato le sue previsioni e la televisione ha deciso di congelare provvisoriamente la collaborazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.