Tutte le notizie in breve

Il logo dell'impresa

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Landis+Gyr taglia 60 posti a Zugo. La filiale numero uno mondiale delle soluzioni nei sistemi di gestione dell'energia della giapponese Toshiba amplia invece le sedi di Praga (Repubblica Ceca) e Norinberga (Germania).

L'obiettivo delle misure è di consolidare la posizione di forza e assicurarsi una crescita redditizia negli anni a venire, afferma l'azienda in un comunicato odierno. La riorganizzazione è prevista nell'arco dei prossimi 12 mesi. Secondo Landis+Gyr, le parti sociali sono informate e per i collaboratori interessati dalla misura è a disposizione un piano sociale.

Lo scorso 11 aprile il gruppo industriale giapponese, in difficoltà, aveva annunciato di considerare ormai ufficialmente una introduzione in Borsa della filiale. L'ipotesi confermava l'idea generale di una cessione, già evocata all'inizio di marzo. Il valore della transazione è stimato a 2 miliardi di dollari e potrebbe avvenire alla fine dell'estate.

Toshiba ha rilevato Landys+Gyr nel 2011 per 2,3 miliardi di dollari, assieme al gruppo Innovation Network Corporation of Japan, che detiene il 40% delle quote.

Nel 2016 Landis+Gyr ha realizzato un fatturato di 1,64 miliardi di dollari (circa 1,6 miliardi di franchi), in aumento di quasi il 5%. L'impresa occupa circa 6000 collaboratori in tutto il mondo.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve