Navigation

Latte prodotto in Svizzera quasi due volte più caro che in Austria

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 novembre 2011 - 11:10
(Keystone-ATS)

Produrre latte di montagna in Svizzera costa dal 70% all'85% in più che in Austria. Il divario è dovuto a prezzi e salari elvetici più elevati e a tecniche diverse di foraggiamento. È quanto rileva oggi uno studio del centro di ricerca federale Agroscope.

I salari (+60%), i terreni (+250%) o l'acquisto di foraggi concentrati (+75%) costano nettamente di più alle imprese di montagna elvetiche che a quelle austriache, precisa la Stazione federale di ricerca agricola di Reckenholz-Tänikon (ZH) in un nota. Lo studio è stato realizzato dal 2008 al 2010. Da allora la differenza si è ulteriormente accentuata a causa del franco forte, indica una nota.

Produrre in Svizzera costa di più anche perché gli animali sono nutriti in modo diverso. Le mucche di montagna elvetiche consumano meno concentrato e più erba, in particolare fieno. Ma la produzione e la conservazione di foraggio ha un suo prezzo e nutrire il bestiame in questo modo richiede più tempo, ciò che fa aumentare i costi per la mano d'opera.

Per migliorare la redditività delle aziende agricole, Agroscope preconizza di allungare il periodo di pascolo per ridurre il bisogno di foraggio. Inoltre, i contadini potrebbero condividere l'uso dei macchinari. Anche ampliare le aziende permetterebbe di produrre a costi più bassi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?