Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Mal di schiena e reumatismi causano perdite al mercato svizzero del lavoro per oltre 4 miliardi di franchi annui, soprattutto per l'assenteismo. Un depistaggio precoce e l'accompagnamento delle persone affette da queste patologie potrebbe limitare il problema.
Per migliorare la capacità sul lavoro della popolazione attiva in Svizzera, è stata creata la nuova associazione "fitforwork-swiss", presentata oggi a Berna. Ne fanno parte medici del lavoro, rappresentanti delle organizzazioni di pazienti e della Segreteria di Stato per l'economia (SECO).
Stando ad un rapporto realizzato in 24 Paesi, la salute della manodopera svizzera sarebbe molto preoccupante. I lavoratori sono assenti dal lavoro in media per 9 giorni all'anno, molto spesso a causa di dolori alla nuca, agli arti, alla schiena o malattie reumatiche.
Secondo lo studio, un intervento rapido da parte del medico curante e del datore di lavoro può risultare decisivo e permettere all'impiagato di conservare il proprio posto. Una soluzione vantaggiosa per tutti, che oltretutto respinge la nozione di incapacità al lavoro, conclude il rapporto.

SDA-ATS