Gli Usa dovrebbero servirsi della loro "notevole influenza" sul governo ucraino per "trattenerlo da nuove avventure militari" e "indurlo al rispetto degli accordi di Minsk-2". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov.

"Gli Stati Uniti - ha dichiarato Lavrov intervenendo al Consiglio della Federazione - partecipano da sempre agli affari ucraini, ma non sempre in modo costruttivo. Speriamo che alla luce dei risultati dei colloqui di Sochi, Washington userà la sua influenza notevole sulle autorità di Kiev per trattenerle da nuove avventure militari. Gli Usa - ha concluso - inducano Kiev al rispetto degli accordi di Minsk-2".

La scorsa settimana il segretario di Stato Usa John Kerry ha incontrato a Sochi sia Lavrov sia il leader del Cremlino Vladimir Putin in quello che è stato interpretato come un primo segnale di disgelo tra Usa e Russia sulla crisi ucraina.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.