Navigation

Le due iniziative hanno maggioranza, sondaggio SSR

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2010 - 17:31
(Keystone-ATS)

BERNA - Se si fosse votato la scorsa fine settimana, le due iniziative che saranno sottoposte al popolo il prossimo 28 novembre, ossia quella socialista sulle imposte eque e quella dell'UDC sul rinvio dei criminali stranieri, sarebbero state approvate, con il 58% dei consensi. Lo rivela un sondaggio della SRG SSR.
Riguardo al testo dell'UDC, i pareri sono ben assestati. Soltanto il 6% degli intervistati si dice ancora indeciso. L'iniziativa raccoglie il 58% di favorevoli e il 36% di contrari, stando al sondaggio svolto dal'istituto gfs.bern, che ha sentito un campione rappresentativo di 1207 cittadini tra il 12 e il 16 ottobre. Il controprogetto del Consiglio federale viene respinto con il 49% delle intenzioni di voto, contro il 41% si sì e il 10% di indecisi.
Secondo il sondaggio, l'UDC non si è però ancora assicurata la vittoria. Attualmente il 43% degli interrogati intende andare a votare, un valore leggermente al di sotto della media e che potrebbe aumentare fino al giorno dello scrutinio.
L'iniziativa del Partito socialista "Per imposte eque" - sempre se si fosse votato una settimana fa - avrebbe ottenuto il 58% dei consensi e il 23% di voti contrari. La quota degli indecisi è però ancora relativamente alta: il 19%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?