Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La leader del Front National Marine Le Pen.

KEYSTONE/AP/MICHEL EULER

(sda-ats)

Nel corso del suo comizio a Lione, la leader del Front National Marine Le Pen ha promesso di portare la Francia fuori dall'Unione europea e dalla Nato se dovesse essere eletta all'Eliseo.

"Se sarò eletta convocherò entro sei mesi un referendum sulla 'Frexit'", ha detto, aggiungendo di volere che Parigi lasci il comando integrato dell'Alleanza Atlantica per provvedere da sola alla sua difesa. Inoltre ha aggiunto di voler abbandonare l'euro e ripristinare il franco come moneta nazionale.

"L'Unione europea è un fallimento", ha detto la candidata del Front National rivolgendosi ai militanti a Lione. "L'Unione europea mette sotto tutela, bisognerà trovare un compromesso con l'Europa per ritrovare una sovranità".

Per questo, nel caso di una sua vittoria all'Eliseo intende aprire un confronto di sei mesi con Bruxelles. Ma se queste trattative non dovessero soddisfarla, ci sarà il referendum per "dimettersi da questi incubi e tornare liberi".

La Le Pen è anche tornata a insistere sull'uscita della Francia dal comando integrato della Nato e sull'iscrizione nella Costituzione della soglia minima del 2% per il bilancio dell'esercito. "In cinque anni voglio rimettere la Francia in ordine".

Chiudere luoghi predica islam radicale

La leader del Front National ha poi detto che, in caso di una sua elezione all'Eliseo, "i luoghi di predica degli islamisti radicali verranno chiusi" e "i francesi schedati con la 'S' (vale a dire quei cittadini radicalizzati tenuti sotto controllo dallo Stato, ndr) verranno puniti con una pena di indegnità nazionale".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS