Navigation

Leader opposizione Tikhanovskaya, ultimatum a Lukashenko

La leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/CLEMENS BILAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 ottobre 2020 - 21:41
(Keystone-ATS)

La leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya, in esilio in Lituania, lancia un ultimatum al presidente Alexander Lukashenko.

O si dimette entro il 25 ottobre, facendo cessare le violenze e liberando i prigionieri politici, o dovrà affrontare uno sciopero generale, con tutto il Paese che scenderà in strada finché non avrà lasciato il potere.

In un comunicato, Tikhanovskaya, che sostiene di essere la vincitrice delle elezioni del 9 agosto, lancia quello che definisce "ultimatum del popolo": "Se le nostre richieste non verranno accolte, l'intero paese scenderà pacificamente in strada. E il 26 ottobre inizierà uno sciopero nazionale in tutte le aziende, tutte le strade verranno bloccate, e le vendite ai negozi di stato collasseranno. Hai 13 giorni".

Nelle ultime settimane, grandi manifestazioni hanno chiesto le dimissioni di Lukashenko, con conseguente violenta repressione, arresti di migliaia di persone, con denunce di torture. (

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.