Navigation

LEM: sopprime impieghi a causa del franco forte e del calo commesse

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 settembre 2011 - 18:48
(Keystone-ATS)

A causa del calo degli ordinativi e della forza del franco la società ginevrina LEM taglia 200 dei suoi 1300 posti di lavoro a livello mondiale. In Svizzera saranno soppressi 19 impieghi, ha indicato il gruppo specializzato nella produzione di componenti elettronici. Per l'esercizio 2011/2012 (che si chiuderà a fine marzo) la società si aspetta un giro d'affari di 200-230 milioni, contro il record di 296 milioni dei dodici mesi precedenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?