Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Consigliera federale Doris Leuthard, in visita in Indonesia, ha siglato un accordo con il ministro indonesiano dei trasporti Ignasius Jonan volto a rafforzare la cooperazione tra i due Paesi nel settore del trasporto aereo.

Quello precedente risaliva al 1978. Grazie al nuovo accordo, saranno migliorate le condizioni quadro delle compagnie aeree che assicurano i collegamenti tra i due Paesi, sarà possibile designare diverse compagnie aeree per il traffico di linea e quest'ultime potranno stipulare accordi commerciali. Il concordato prevede inoltre nuove disposizioni di sicurezza.

A Giacarta la capa del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) è stata ricevuta dal Presidente indonesiano Joko Widodo a cui ha reiterato l'invito a visitare la Svizzera. Al centro dei colloqui, oltre al trasporto aereo, vi erano la politica energetica e climatica.

La ministra elvetica, accompagnata da una folta delegazione di rappresentanti del mondo economico ha incontrato anche il segretario generale dell'Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico (ASEAN), l'organizzazione economica regionale che raggruppa 10 paesi con 620 milioni di abitanti. In tale occasione si è discusso dell'attuazione dell'accordo sul clima adottato a Parigi e della problematica delle infrastrutture.

La consigliera federale ha inoltre visitato l'istituto delle scienze indonesiano e il centro nazionale di meteorologia, clima e geofisica. La Svizzera è partner di quest'istituzione nell'ambito di un progetto internazionale, coordinato da MeteoSvizzera, volto a studiare i mutamenti climatici. Leuthard si è infine recata in una fabbrica del gruppo ABB e della compagnia aerea nazionale Garuda.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS