Navigation

Libano: alta tensione, strade bloccate

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2012 - 10:54
(Keystone-ATS)

Beirut si è svegliata semivuota stamani, sabato mattina solitamente caratterizzato dal traffico di fine settimana, all'indomani dell'attentato che ha scosso la parte orientale della città e nel quale è stato ucciso, tra gli altri, il capo dell'intelligence della polizia, il generale sunnita Wissam al Hasan.

Per tutta la notte e ancora stamani numerose arterie di Beirut e del Paese sono bloccate da giovani sunniti, seguaci del movimento Mustaqbal che domina l'opposizione al governo guidato da una coalizione filo-siriana e filo-iraniana. L'uccisione del generale Hasan è vista da questi giovani come un affronto alla loro comunità.

Il leader di Mustaqbal, Saad Hariri, in esilio volontario da oltre un anno, ha ieri accusato esplicitamente il regime siriano di essere il mandante dell'ennesimo omicidio politico in Libano. Il governo di Damasco è stato il primo a condannare l'attentato di Beirut.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?