Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sale a due uccisi e a una cinquantina di feriti il bilancio provvisorio degli scontri armati a sfondo confessionale a Tripoli, nel nord del Libano, scoppiati stanotte tra miliziani sostenuti dal regime di Damasco e loro rivali vicini ai ribelli dell'Esercito libero siriano.

Lo riferisce l'agenzia ufficiale Nna, secondo cui una decina di feriti sono militari dell'esercito regolare libanese. Le forze armate di Beirut tentano di sedare gli scontri rispondendo direttamente al fuoco dei due fronti tra il quartiere di Jabal Mohsen, abitato per lo più da alawiti (minoranza sciita a cui appartiene il presidente siriano, Bashar al Assad, e lo zoccolo duro del potere di Damasco) e quello di Bab al Tabbane a maggioranza sunnita. Combattimenti tra i due quartieri si verificano periodicamente da anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS