Navigation

Libano: Parigi, il rischio è che scompaia

Il ministro degli esteri francese Jean-Yves Le Drian. KEYSTONE/AP/BILAL HUSSEIN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2020 - 10:07
(Keystone-ATS)

La Francia ha rilanciato oggi l'appello per la formazione in tempi brevi di un governo e l'adozione di riforme "urgenti" in Libano, mettendo in guardia sul rischio che il Paese dei cedri possa "scomparire".

"Il rischio oggi - ha detto il ministro degli esteri, Jean-Yves Le Drian, parlando ai microfoni di Rtl - è la scomparsa del Libano, quindi bisogna prendere queste decisioni".

Facendo eco a quanto detto dal presidente Emmanuel Macron, che si è recato in visita a Beirut il 6 agosto, due giorni dopo la terribile esplosione, Le Drian ha sottolineato che le riforme non possono essere condotte dalla classe politica attuale, invisa ai libanesi: "Si auto-fagocitano fra loro per poi unirsi nella non-azione. Questo non è più possibile e noi lo diciamo con forza".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.