Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È di un morto e una quindicina di feriti il bilancio degli scontri armati notturni verificatisi a Tripoli, nel nord del Libano, tra miliziani sunniti e i loro rivali sciiti in una delle zone più depresse del Paese dei Cedri e dove da anni si verificano sanguinose violenze. Lo riferisce l'agenzia ufficiale libanese Nna, secondo cui la persona uccisa è un ragazzino di 13 anni.

Gli scontri erano scoppiati lunedì sera tra i quartieri di Bab at Tabbane, a maggioranza sunnita, e quello limitrofo di Jabal Mohsen, abitato per lo più da alawiti, branca dello sciismo a cui appartengono i clan al potere nella vicina Siria da quasi mezzo secolo. La contesa di Tripoli si svolge da anni sullo sfondo delle rivalità politico-confessionali tra miliziani ostili al regime di Damasco e altri vicini invece alla famiglia presidenziale degli Assad.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS