Navigation

Liberati due spagnoli rapiti da Al Qaida

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 agosto 2010 - 21:31
(Keystone-ATS)

DUBAI - Due cittadini spagnoli, che erano stati rapiti da Al Qaida per il Maghreb islamico (Aqmi), sarebbero stati rilasciati secondo la tv panaraba Al Arabiya. I media spagnoli, citando "fonti governative", smentiscono.
Il quotidiano El Pais e altri media spagnoli, sempre citando fonti governative, avevano confermato il rilascio da parte di Al Qaida per il Maghreb islamico (Aqmi) dei due cooperanti spagnoli - Roque Pascual e Albert Vilalta - rapiti insieme alla loro connazionale Alicia Gamez e poi trasferiti nel deserto del Mali.
Ora una fonte precisa che occore dare prova di "prudenza e responsabilità", lasciando intendere che il processo di liberazione è ancora in corso. Così come non è ancora chiaro "se la liberazione (degli ostaggi) avverrà a Ouagadougou (Burkina Faso) o a Timbuktu (Mali).
L'eventuale rilascio di Pascual e Vilalta dovrebbe avvenire solo dopo l'avvenuta estradizione verso il Mali del mauritano Omar Sid'Ahmed Uld Hamma, detto "Omar il Saharoui" condannato per aver rapito i tre spagnoli.
I due spagnoli furono rapiti lo scorso novembre. Al Arabiya afferma che la loro liberazione è collegata all' estradizione dalla Mauritania al Mali di un militante qaidista arrestato per il rapimento dei due spagnoli e di un loro terzo connazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.