Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente liberiano Charles Taylor è giunto oggi in Gran Bretagna dove sconterà il resto della pena a 50 anni di prigione cui è stato condannato per crimini di guerra. Appena atterrato Taylor è stato consegnato alle autorità carcerarie britanniche, riferisce la Bbc. La Svezia e il Ruanda erano gli altri Paesi che si erano detti disponibili a far scontare la pena a Taylor sul loro territorio.

L'ex presidente liberiano era stato condannato nel maggio del 2012 per aver aiutato i ribelli responsabili di atrocità in Sierra Leone durante la guerra civile tra il 1991 e il 2001. La Corte speciale per la Sierra Leone ha infatti riconosciuto Taylor, 65enne, colpevole di 11 capi di accusa tra cui stupro, omicidio e l'utilizzo di bambini-soldato in Sierra Leone.

L'ex presidente liberiano ha sempre sostenuto di essere innocente e che i suoi unici contatti con i ribelli erano per indurli a interrompere i combattimenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS