Navigation

Libia: 13 morti a Zawiah, CNT schiera esercito

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 novembre 2011 - 17:10
(Keystone-ATS)

Centinaia di soldati del "nuovo esercito libico" sono stati schierati a Zawiah per porre fine agli scontri tra i ribelli della città e i miliziani della tribù Werchefana, che in quattro giorni hanno causato almeno 13 morti. Lo riferisce il Washington Post.

Il Consiglio nazionale transitorio libico (Cnt), per bocca di Abdel Hafiz Ghoga, ha assicurato che la zona è ora sotto controllo. Il nuovo esercito nazionale libico dovrebbe essere ufficializzato all'indomani della nascita del nuovo governo, attesa per domenica prossima.

Gli scontri sono iniziati apparentemente per il controllo di una base della 32/a Brigata poco distante da Zawiah, entrambe le parti hanno fatto uso di razzi e mortai.

Un sito che afferma di essere collegato alla "resistenza anti-Cnt" sostiene che i membri della tribù Werchefana fanno parte del "Fronte di liberazione" che sarebbe guidato da Saif al-Islam.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?