Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'abbattimento, ieri, di un caccia Mig32 libico sopra i cieli di Bengasi, il terzo episodio simile negli ultimi 40 giorni, fa temere che i jihadisti dell'Isis in Libia abbiano ottenuto delle armi anti-aeree.

"Abbiamo aperto un'indagine, per capire se abbiano acquisito armi capaci di colpire i nostri aerei", ha detto il capo di Stato maggiore Saqr al-Jaroushi.

Ieri, il network dell'Isis Aamaq, rivendicando l'abbattimento del caccia, ha pubblicato un video nel quale si vede un velivolo precipitare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS