Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue a Sirte l'avanzata delle forze del governo di unità nazionale libico di Fayez al Sarraj, sostenuto dall'Onu. Tragico il bilancio dei morti ieri: più di 60 per l'esplosione di un deposito di armi a Qaraboulli e per gli scontri nella città costiera.

Le milizie sono riuscite a impadronirsi del quartier generale della compagnia che gestisce l'elettricità a Sirte, degli edifici della radio e della tv e della moschea Bin Hamel, riferiscono fonti locali.

E a Bengasi prosegue anche l'offensiva dei militari legati invece al generale Khalifa Haftar. Progressi vengono segnalati nell'area a ovest della città con la conquista del campo Al Dusham, della strada di Al-Hadira Al-Gomroukeya e dei siti strategici di Kanfouda.

Lo ha reso noto il responsabile dell'ufficio stampa del comando generale delle forze armate, Khalifa El-Ebeidy, aggiungendo che le forze terrestri sono supportate dall'aviazione per colpire l'Isis nell'asse ovest.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS