Il terminal petrolifero di Ras Lanuf, nella Libia orientale, è caduto nelle mani delle forze antigovernative. Lo hanno constatato giornalisti della France Presse.

Ras Lanuf era stata strappata agli insorti dai lealisti il 12 marzo. Il terminal petrolifero è a 370 chilometri ad ovest di Bengasi, capoluogo della Cirenaica e roccaforte degli antigovernativi, e a 210 da Ajdabiya, strategico crocevia caduto ieri nelle loro mani. Sulla strada vicino al terminal ci sono segni di combattimenti, fra cui munizioni abbandonate e un edificio semi-distrutto. Le forze di Gheddafi continuano a ripiegare verso Sirte, la città natale del colonnello.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.