Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

C'è incertezza sulla sorte della città di Zawiya a 40 km da Tripoli, verso il confine occidentale con la Tunisia, nelle mani degli insorti da una settimana e al centro ieri di furiosi combattimenti.

La tv di stato libica ha annunciato ieri sera che l'esercito ha ripreso il controllo della città ed ha ucciso "il capo dei terroristi". Questa mattina però, la programmata visita dei giornalisti stranieri a Zawiya è stata cancellata. "Per motivi di sicurezza", sostengono fonti ufficiali.

Secondo le informazioni della tv libica l'esercito avrebbe riconquistato il centro della città, dove si erano asserragliati gli insorti, e ripreso il possesso dei 19 carri armati sottratti dai ribelli dalla locale caserma dell'esercito.

Altre fonti invece, tra cui al Jazira e Al Arabiya, descrivono questa mattina uno scenario diverso in cui gli insorti affermano di aver respinto un attacco scatenato all'alba delle forze pro-Gheddafi con carri armati che però al momento si sarebbero ritirati dal centro cittadino e starebbero cannoneggiando da fuori.

Zawiya conta circa 300'000 abitanti ed ha un'enorme importanza strategica in quanto sede della più grande raffineria libica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS