Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli Ansar al Sharia, una formazione jihadista attiva in Libia, hanno annunciato in un comunicato la morte dei loro leader, Mohamed al Zahawi. Lo segnalano fonti informate dando credito all'annuncio.

Al Zahawi, viene precisato, era stato ferito un mese fa in scontri con l'esercito libico.

Il capo del "Partigiani della legge islamica" era stato dato per morto già due volte l'anno scorso ma senza conferme da parte del suo gruppo.

Trentasei anni, al-Zahawi è stato in carcere sotto il regime di Muammar Gheddafi. Era diventato celebre per il suo presunto ruolo nell'assalto al consolato americano di Bengasi dove nel settembre 2012 morirono l'ambasciatore statunitense Chris Stevens, un secondo diplomatico e due contractor della Cia.

Gli Ansar, all'epoca guidati da Ahmed Abu Khattala, poi catturato, furono inseriti dagli Usa nella lista delle organizzazioni terroristiche proprio in seguito a quell'attacco. Ansar al Sharia è affiliato allo Stato islamico e controlla la città di Derna, ma ha almeno tre roccaforti anche a Bengasi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS