Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Lega araba conferma la propria preoccupazione per "le modalità su come il rispetto della no fly zone" è stata finora attuata, "in particolare da parte delle forze francesi". Lo riferiscono fonti diplomatiche a Bruxelles, precisando di avere avuto contatti con rappresentanti della Lega araba al Cairo.

L'inquietudine - è stato precisato - riguarda soprattutto i bombardamenti francesi che secondo la Lega araba "hanno ecceduto sia per il coinvolgimento di alcune vittime civili, che per quanto riguarda alcuni obiettivi". Il riferimento è alla caserma Bab el-Azizia, dove si trova il bunker di Gheddafi, bombardata ieri. La Lega araba terrà domani un suo vertice.

Anche la Turchia è molto critica con la Francia e non capisce perché Parigi si comporti come se avesse la leadership delle operazioni militari in corso in Libia, ha detto oggi il ministro della difesa turco, Vecdi Gonul.

Intanto fonti delle Nazioni Unite hanno reso noto che è probabile la convocazione nel pomeriggio di una riunione del Consiglio di sicurezza a porte chiuse per valutare la situazione in Libia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS