Navigation

Libia: forze governative assumono controllo Bani Walid

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2012 - 15:06
(Keystone-ATS)

Le forze fedeli al nuovo governo di Tripoli, composte da ex ribelli, hanno assunto il controllo di Bani Walid, ultima roccaforte di Muammar Gheddafi, a 140 chilometri a sud-est di Tripoli. Lo ha riferito un giornalista della France Presse sul luogo.

Centinaia di ribelli, per lo più originari di Misurata, la città vicina e rivale storica, si sono ammassati nel centro di Bani Walid - ormai una città fantasma - sparando colpi d'arma da fuoco in aria per celebrare la conquista della città.

Su tutti gli edifici pubblici di Bani Walid, ormai in abbandono, sventolano le bandiere libiche e nelle case si sono verificati anche episodi di saccheggi. Le strade pressoché deserte della città, un tempo feudo della tribù dei Werfellah, sono pattugliate dai ribelli armati a bordo di centinaia di veicoli, ha riferito ancora il cronista sul posto.

Ad eccezione di qualche sacca di resistenza nel sud della città, i diversi capi dei gruppi armati ribelli sostengono che Bani Walid è stata di fatto "liberata".

Nelle ultime settimane a Bani Walid si sono registrati pesanti scontri tra forze governative e miliziani rimasti fedeli al regime di Gheddafi. La conquista della città cade all'indomani dell'anniversario della proclamazione della "liberazione" del Paese dopo otto mesi di conflitto.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?