Navigation

Libia: Gb; bufera sul Labour per rapporti con Saif

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2011 - 11:56
(Keystone-ATS)

Bufera sul partito laburista britannico dopo che oggi il "Sunday Times" ha rivelato che un sostenitore finanziario del partito ha usato la London School of Economics per ottenere accesso a Saif Gheddafi.

L'uomo d'affari scozzese Imran Khand, che ha finanziato i laburisti con assegni da 57'500 sterline, aiutò a organizzare la controversa donazione da 1,5 milioni di sterline del figlio del dittatore al prestigioso ateneo londinese sei settimane dopo che Saif aveva completato il dottorato di ricerca.

Il figlio "colto2 di Gheddafi è stato catturato ieri in Libia mentre tentava di fuggire in Niger. Il processo, in cui rischia la pena di morte, rischia di mettere in luce altri "altarini" per i politici laburisti tra cui l'ex primo ministro Tony Blair.

"Non abbiamo nulla da temere", ha detto oggi il cancelliere dello scacchiere ombra ed Balls. Khand, che si è arricchito con una società di software, è stato al centro di polemiche nel 2007 quando fece pervenire segretamente fondi ai laburisti attraverso l'organizzazione Muslim Friends of Labour. La donazione di Saif arrivò in giorni in cui il figlio di Gheddafi era corteggiato dai politici laburisti e da uomini di affari desiderosi di fare affari in Libia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?