Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La nostra terra sarà un inferno per voi". È la nuova minaccia di Muammar Gheddafi contro la coalizione internazionale che sta attaccando la Libia.

"Siete dei barbari, dei terroristi, dei mostri", "avete attaccato il civile popolo libico che non vi aveva fatto nulla", ha detto il leader libico in un discorso alla televisione di Stato libica trasmesso in diretta da Al Jazira e da altre tv.

In questo momento "tutto il popolo libico è in armi", "questo attacco rappresenta un nuovo nazismo, noi non lasceremo mai la nostra terra, sappiamo che noi vinceremo e voi morirete", ha affermato Gheddafi.

"Non permetteremo ai crociati, agli aggressori di passeggiare per Bengasi", ha aggiunto. "Il popolo di Bengasi - ha proseguito - si difenderà quando vedrà che questo è un attacco dei crociati, non permetterà ai traditori di arrivare col mitra, ai soldati francesi e inglesi di aggredire".

"Siamo pronti ad una guerra lunga, voi non ne avete la capacità, pensateci", ha detto ancora Gheddafi. E ancora: "Voi (occidentali) volete il nostro petrolio, ma la nostra terra ci è stata data da Dio. Noi siamo oppressi e colui che è oppresso vincerà, mentre coloro che opprimono saranno sconfitti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS