Navigation

Libia: Gheddafi avverte, stop bombe o Bengasi a secco

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 aprile 2011 - 18:26
(Keystone-ATS)

Gheddafi avverte: basta bombardamenti degli "aerei invasori" o molte città libiche, compresa la capitale dei ribelli Bengasi, andranno incontro "all'interruzione dell'approvvigionamento idrico alle popolazioni".

In una nota diffusa tramite l'agenzia Jana, il ministero libico dell'Agricoltura avverte che le infrastrutture e le condotte del Grande Fiume artificiale - un acquedotto che porta sulla costa le acque fossili del Sahara e che rappresenta la fonte idrica dalla quale dipende non meno del 70% degli abitanti della Libia - corrono gravi pericoli in seguito ai bombardamenti.

Tripoli prospetta anche allagamenti e "disastri umani e ambientali che potrebbero accadere in qualsiasi momento" se le bombe della Nato continueranno a cadere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?