Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Isis in Libia ha rapito un medico nordcoreano e sua moglie nella zona di Nawfaliyah, una sua roccaforte a circa 140 km a est di Sirte. Lo riferisce oggi l'agenzia libica Lana citando fonti dell'ospedale "Galo" della città desertica.

La coppia è stata rapita l'altro ieri mentre era in viaggio con un autista verso Tripoli al termine del servizio prestato dal medico sessantenne nell'ospedale di Nawfaliyah. L'ambasciata nordcoreana si è mobilitata e l'autista è stato liberato.

Nawfaliyah era stata presa dall'Isis in febbraio e, secondo informazioni mediatiche, è guidata da un emiro. Assieme a Derna e Sirte, è la terza città libica in mano allo Stato islamico e un assalto condotto da una brigata di Misurata per liberarla era stato respinto mercoledì.

Nawfaliyah, a metà marzo, era stata teatro della prima operazione condotta contro l'Isis da Fajr Libya, la coalizione di milizie che sostiene Tripoli e di cui le brigate di Misurata sono l'asse portante. Oltre a una parata di pickup con armati e bandiere nere davanti a un asilo la settimana scorsa, parimenti recente segno del dominio dei jihadisti è stata l'esposizione in strada - a scopo intimidatorio - delle teste di due miliziani decapitati a Harawa, 70 km a est di Sirte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS