Navigation

Libia: Italia-Malta, Berna abolisca lista nera

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2010 - 12:46
(Keystone-ATS)

ROMA - Italia e Malta rivolgono un appello alla Svizzera affinché acceleri la negoziazione per un accordo con Tripoli e abolisca la lista dei nomi di alti dignitari libici inseriti nel sistema informativo di Schengen.
E' quanto si legge in un comunicato diffuso a Roma al termine di un colloquio tra i ministri degli Esteri italiano, Franco Frattini, quello libico, Mousa Kousa, e quello maltese, Tonio Borg.
I ministri si sono riuniti stamane - continua la nota - per affrontare il tema della crisi dei visti Schengen come conseguenza del contenzioso elvetico-libico, in vista dell'incontro previsto per domani del capo della diplomazia libica con la presidenza spagnola dell'UE e delle prossime scadenze comunitarie.
Nel corso dell'incontro è stata auspicata una rapida soluzione del contenzioso e sono state scambiate idee in proposito. L'Italia - conclude il comunicato - ha invitato la Libia ad adoperarsi per superare il problema del blocco dei visti Schengen per tutte le Parti del Trattato, tenendo conto degli sforzi che si stanno profondendo - in primis da parte italiana e maltese - per superare l'attuale impasse.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.