Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le forze speciali britanniche Sas sarebbero schierate in Libia sin dall'inizio dell'anno. È quanto rivela il sito del Guardian.

Il giornale ha preso visione del resoconto di un incontro segreto tra il re di Giordania Abdullah II e i leader parlamentari americani, fra cui John McCain, presidente della commissione forze armate al Senato Usa.

Il sovrano all'inizio di gennaio aveva spiegato i piani per le operazioni congiunte in Libia fra le forze speciali giordane e quelle di Londra.

Re Abdullah spiega, come emerge dal documento, che le forze speciali britanniche avevano bisogno dell'assistenza sul campo di quelle di Amman perché il "dialetto parlato in Giordania è simile a quello libico". Il sovrano rivela anche che i militari di Londra hanno dato il loro contributo per la creazione di un battaglione meccanizzato nella Siria meridionale, guidato da un comandante locale e composto da combattenti delle tribù, per contrastare l'esercito del presidente Bashar al-Assad, e che le sue truppe erano pronte con la Gran Bretagna e il Kenya ad "andare oltre il confine" e attaccare le milizie di Al-Shabaab in Somalia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS