Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Saif al Islam Gheddafi, secondogenito e figlio prediletto del Colonnello "è stato liberato dalla prigione di Zintan dove era detenuto".

Lo scrive l'agenzia Mena citando fonti libiche, secondo le quali "è stato rilasciato dalla brigata dei miliziani Abu Bakr al Siddiq del comando generale delle forze armate libiche", che fanno capo al generale Khalifa Haftar di Tobruk.

Le stesse fonti hanno precisato che il figlio di Mu'ammar Gheddafi è stato "trasferito in una località sconosciuta in Libia" e che il "rilascio è avvenuto in base all'amnistia approvata dal Parlamento di Tobruk".

Non è la prima volta che si diffondono notizie in merito. Il 30 maggio scorso un rappresentante del 'governo' libico dell'est del Paese - citato da Al Arabiya - aveva annunciato la liberazione di Saif, condannato a morte in Libia nel 2015 e su cui pende un mandato internazionale della Corte penale dell'Aja per reati contro l'umanità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS