Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aerei della Nato hanno cominciato da ieri a fare rispettare l'interdizione di voli sulla Libia. Lo ha annunciato il generale Charles Bouchard, che guida le operazioni militari in Libia, in una conferenza stampa a Napoli, trasmessa a Bruxelles.

Da parte sua la portavoce Oana Lungescu, rispondendo a domande su come la Nato intende agire qualora siano i ribelli, e non le forze di Gheddafi, a rappresentare una minaccia per la popolazione, ha indicato che l'Alleanza atlantica farà rispettare "in modo imparziale" il mandato dell'Onu di "proteggere e aiutare" la popolazione civile in Libia.

"Il nostro obiettivo è aiutare e proteggere i civili dagli attacchi o da minacce di attacchi", ha detto il generale Bouchard rispondendo a domande analoghe. La Nato è pronta a raggiungere questi obiettivi con tutti i mezzi consentiti, "via mare e via aerea", ha aggiunto il generale, senza dare dettagli sulle regole di ingaggio.

Il mandato della Nato - ha però spiegato - è molto chiaro: la risoluzione Onu consente alla Nato di prendere tutte le misure necessarie per proteggere la popolazione civile da tutti gli attacchi, sia che vengano da una parte che dall'altra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS