Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Proseguono le operazioni militari dell'esercito libico nell'ovest del Paese nonostante il negoziato in corso: l'agenzia Lana riferisce che "aerei da guerra" del generale Khalifa Haftar hanno compiuto oggi raid sulle montagne dell'ovest, a 80 km da Tripoli.

Non ci sarebbero vittime. Media libici riferiscono di due feriti in un altro raid compiuto ieri a Zuwara, città sul mare ad una sessantina di chilometri dal confine con la Tunisia già colpita più volte negli ultimi tre mesi.

Gli attacchi odierni sono stati condotti 15 km a ovest di Garyan (un'ottantina di chilometri a sud di Tripoli) ma la contraerea ha costretto i caccia a sganciare bombe su una discarica, ha sostenuto un comandante militare citato dall'agenzia. La fonte ha segnalato un altro raid compiuto ieri sugli stessi rilievi.

Media libici riferiscono di due feriti per un raid compiuto ieri a Zuwara, città sul mare ad una sessantina di chilometri dal confine con la Tunisia già colpita più volte negli ultimi tre mesi (l'attacco più grave era stato quello con due morti del 2 dicembre).

La settimana scorsa, senza danni seri, era stato bersagliato per la prima volta l'aeroporto della città, patria del presidente del Congresso nazionale generale (Gnc), Nuri Abu Sahmain, il parlamento di Tripoli contrapposto a quello riconosciuto internazionalmente a Tobruk.

La Missione Onu in Libia che sta mediando nei negoziati per la formazione di un governo di unità nazionale condanna i raid aerei delle forze di Haftar (ma anche quelli delle milizie islamiche al potere a Tripoli) sottolineando che rischiano "di innescare un'escalation che mina il dialogo politico in corso".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS