Navigation

Libia: Onu, al via nuovo round colloqui a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2015 - 11:43
(Keystone-ATS)

Un nuovo giro di colloqui politici tra le parti libiche è previsto da oggi a Ginevra sotto l'egida delle Nazioni Unite. Lo ha annunciato la Missione delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil) "dopo ampie consultazioni con tutte le parti libiche", afferma un comunicato.

Oltre al dialogo politico principale, che era stato avviato a Ginevra il 14-15 gennaio scorsi, un altro incontro è previsto nel corso della settimana con rappresentanti comunali e locali di tutta la Libia per discutere di misure di fiducia e le modalità di applicazione, aggiunge la nota. In una fase successiva, l'Onu prevede di convocare anche rappresentanti di partiti politici libici, forze sociali e tribali, così come i rappresentanti dei gruppi armati, precisa la nota.

Il comunicato conclude ribadendo l'appello "a tutte le parti libiche e partecipanti invitati ad avvicinarsi a questi colloqui volti a porre fine alla crisi politica e di sicurezza in Libia in uno spirito di apertura e di riconciliazione".

Al termine della prima serie di discussioni, il 15 gennaio scorso, le parti avevano concordato una tabella di marcia per formare un governo di unità nazionale. Il 14 gennaio scorso, in occasione dell'avvio dei primi colloqui l'inviato speciale Onu per la Libia Bernardino Leon aveva avvertito che si tratta di un processo lungo e difficile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.