Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Libia non ha intenzione di chiedere raid aerei occidentali contro l'Isis nel breve periodo ma vorrebbe invece che le Nazioni Unite revocassero l'embargo delle armi nei suoi confronti: lo ha detto l'ambasciatore libico Ibrahim Dabbashi alla Reuters online.

"Nessuno pensa di chiedere al momento un intervento straniero. Siamo pronti a combattere l'Isis da soli", ha detto Dabbashi all'agenzia che gli chiedeva di commentare notizie secondo cui la risoluzione oggi ai voti del Consiglio di Sicurezza avrebbe aperto la porta a incursioni occidentali sul territorio del paese Nord africano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS