Navigation

Libia: ribelli, isolare Tripoli e armare guerriglia capitale

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2011 - 16:55
(Keystone-ATS)

I ribelli libici stanno tentando di isolare Tripoli, limitando i rifornimenti alle forze di Muammar Gheddafi, e armando un network di guerriglieri nella capitale libica. Lo riferiscono fonti dei ribelli di Bengasi a Bbc e New York Times.

La nuova strategia è stata decisa con il consolidamento delle posizioni nelle montagne occidentali a sud di Tripoli. Da allora, dicono le fonti, Bengasi e il network attivo nella capitale libica hanno stretto i contatti e avviato operazioni di sabotaggio, come il blocco di un oleodotto a Zawiya, la città a poche manciate a ovest di Tripoli.

Nella capitale, affermano le fonti di Bengasi, i ribelli possono contare su un network costituito da agenti di polizia, ministero dell'Interno, e altri enti governativi, con il quale sperano di poter garantire una continuità di governo dopo la caduta del rais e impedire vendette contro i sostenitori di Gheddafi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?