Navigation

Libia: ribelli prendono villaggio vicino a Tripoli

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 luglio 2011 - 18:49
(Keystone-ATS)

I ribelli libici hanno conquistato il villaggio di al-Qawalish, a sud di Tripoli, dopo combattimenti durati sei ore. Lo afferma l'agenzia Reuters sul posto.

I ribelli libici hanno respinto le truppe del colonnello Muammar Gheddafi e catturato diversi mercenari dell'esercito lealista, provenienti dal Ghana e dal Mali, ha constatato un giornalista dell'Afp sul posto.

La conquista del villaggio di Goualich, a una cinquantina di km a sud di Tripoli, è avvenuta qualche ora dopo il lancio di una nuova offensiva a ovest contro le forze fedeli al rais, condotta in coordinamento con la Nato.

Commentando la nuova offensiva il segretario generale della nato Anders Fogh Rasmussen ha sostenuto che "per Gheddafi è la fine della partita". "Non spetta a noi dire se l'offensiva dei ribelli sarà vittoriosa, ma è chiaro che Gheddafi perde terreno ogni giorno", ha detto. "La sua macchina di guerra è degradata, i suoi generali e i suoi ministri lo lasciano ed ha perduto il sostegno della comunità internazionale. Per Gheddafi è la fine della partita", ha aggiunto Rasmussen.

Sull'avanzata dei ribelli, il capo della Nato ha poi rilevato che "abbiamo visto progressi: sono avanzati nelle ultime settimane, ma non sappiamo di sicuro quanto possono avanzare", ha affermato. Ad una domanda se la Nato li sosterrà, Rasmussen si è limitato a ripetere che "il mandato della Nato è l'applicazione della risoluzione 1973 dell'Onu". "È però chiaro - ha ribadito - che la macchina di guerra di Gheddafi è considerevolmente degradata e la sua capacità di attaccare i civili fortemente diminuita. E questo è un successo innegabile".

In merito alle notizie rimbalzate sulla stampa russa, Rasmussen ha indicato che "non ho informazioni confermate sul fatto che Gheddafi stia considerando la possibilità di lasciare, ma è chiaro che la fine ci sarà solo quando lui lascerà il potere". Secondo le notizie riportate da un quotidiano russo, che cita fonti qualificate, Gheddafi sarebbe disposto a lasciare a condizione che ci sia un ruolo politico per uno dei suoi figli.

Intanto, stando a fonti ospedaliere, almeno 14 ribelli sono stati uccisi in combattimenti avvenuti oggi vicino alla città di Misurata. Inoltre 50 persone sono rimaste ferite nei combattimenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?