Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stata rinviata la firma dell'accordo sulla bozza emendata ripresentata dall'inviato dell'Onu, Bernardino Leon, alle due delegazioni governative libiche finalizzata a porre fine alla crisi in Libia.

Secondo quanto ha spiegato un membro della delegazione dei colloqui del dialogo libico, in corso a Skheirat in Marocco, si prevede che la firma, almeno per la prima parte dell'accordo, possa avvenire giovedì prossimo.

Uno dei delegati ha spiegato all'emittente televisiva "al Jazeera" che la firma è stata rinviata per il mancato accordo su tre articoli emendati considerati fondamentali per la riuscita dell'intesa.

Uno degli articoli riguarda proprio la formazione di un governo di unità nazionale laddove il testo dà al parlamento e all'Alta Corte poteri di ritirare la fiducia al governo, mentre la delegazione del Congresso ha a sorpresa chiesto di cambiare questo articolo dando questo potere solo al parlamento.

Un altro problema riguarda il ruolo che dovrà avere l'Alto consiglio di stato i cui poteri non sono stati ancora chiariti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS