Navigation

Libia: Saif al-Islam Gheddafi a Tripoli settimana prossima

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 aprile 2012 - 21:43
(Keystone-ATS)

Il figlio del defunto leader libico Muammar Gheddafi, Saif al-Islam, sospettato di crimini contro l'umanità e imprigionato a Zintan, sarà trasferito la settimana prossima a Tripoli e ha accettato di nominare un avvocato difensore. Lo ha annunciato stasera un rappresentante della Libia alla Cpi (Corte penale internazionale) dell'Aja.

"Saif al-Islam sarà trasferito dalla sua prigione di Zintan in un carcere 'ufficiale' nella capitale Tripoli prima della fine della settimana prossima", ha dichiarato Ahmed Jehani senza precisare la data "per motivi di sicurezza".

"I rivoluzionari di Zintan hanno accettato di consegnarlo alle autorità perché sia processato secondo la legge libica", ha spiegato, aggiungendo che il 39enne Gheddafi "all'inizio si era rifiutato di prendere un legale ma in questi ultimi giorni ha accettato di nominare un suo avvocato difensore", che potrà essere libico o straniero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?