Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio dei diritti umani si riunirà in sessione speciale venerdì a Ginevra per discutere delle violazioni in Libia. Lo ha indicato oggi un portavoce dell'Onu. Diaciannove dei 47 paesi membri del Consiglio - tra cui la Svizzera - hanno sostenuto l'iniziativa.

Ieri l'Alto commissario dell'Onu per i diritti umani Navi Pillay aveva denunciato la possibilità di crimini contro l'umanità commessi dalle autorità libiche.

Già ieri sera intense trattative hanno permesso di raccogliere le firme di 16 paesi necessarie per convocare la sessione speciale su "La situazione dei diritti umani in Libia".

La domanda inoltrata dall'Ungheria in nome dell'Unione europea è stata approvata dai seguenti paesi membri: Stati Uniti, Norvegia, Senegal, Giappone, Polonia, Ungheria, Belgio, Spagna, Francia, Giordania, Argentina, Cile, Gran Bretagna, Qatar, Svizzera, Messico, Maldive, Brasile, Slovacchia, ha precisato L'Alto Commissariato Onu per i diritti umani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS