Navigation

Libia: sospesa concessione visti turistici a paesi Schengen

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 febbraio 2010 - 17:36
(Keystone-ATS)

TRIPOLI - La Libia ha sospeso, da questa mattina, la concessione di visti turistici a cittadini che provengono da Paesi dell'area Schengen. Nessuna informazione è stata data circa la concessione di visti di lavoro o di altra natura.
La decisione è stata comunicata in mattinata all'Ufficio dell'Immigrazione libico con una circolare proveniente dal Comitato Generale del Popolo, il governo libico, e firmata dal primo ministro Al Bagdadi Al Mahmoudi.
La circolare, in arabo, non reca alcuna motivazione, secondo quanto riferito all'ANSA, da un funzionario del ministero del Turismo libico.
Vi si trova solo l'elenco dei Paesi dai quali non saranno accettati, a tempo indeterminato, richieste di visto turistico. Si tratta di: Spagna, Estonia, Germania, Islanda, Italia, Portogallo, Danimarca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Francia, Belgio, Finlandia, Bulgaria, Cipro, Polonia, Rep. Ceca, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Austria, Ungheria, Olanda, Grecia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.