Navigation

Libia: Usa sospendono attività ambasciata

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 febbraio 2011 - 22:15
(Keystone-ATS)

Gli Stati Uniti hanno sospeso le attività dell'ambasciata americana a Tripoli e stanno mettendo a punto sanzioni unilaterali contro la Libia. Lo ha reso noto stasera il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney.

Gli Stati Uniti hanno chiuso l'ambasciata nella capitale libica dopo aver evacuato il personale. Le attività sono state sospese in seguito al deterioramento della sicurezza.

In apertura del briefing, prima di rispondere alle domande, Carney ha aggiunto che gli Usa insieme con altri paesi della comunità internazionale, stanno anche mettendo a punto sanzioni internazionali, tra cui il blocco dei beni e l'embargo alle forniture di armi. Washington ha anche messo un termine "alla cooperazione militare, particolarmente limitata con la Libia".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?