Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Libia chiede l'intervento dell'Europa per fronteggiare i flussi migratori dalle coste libiche. Il premier Ali Zeidan ha chiesto sostegno nella formazione dei guardacoste e accesso al sistema satellitare per monitorare le frontiere.

La Libia ha intanto aperto indagini ufficiali sulla motovedetta libica che avrebbe sparato ai migranti protagonisti dell'ultima tragedia di venerdì nel Canale di Sicilia, quando un barcone si è rovesciato causando la morte di almeno 34 migranti, in gran parte donne e bambini, ha detto Zeidan durante l'incontro odierno con la controparte maltese Joseph Muscat, in visita lampo a Tripoli.

I migranti superstiti hanno accusato la guardia costiera libica di aver sparato sul barcone partito da Zuara venerdì, uccidendo due persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS