Navigation

Lieberman non sostiene nessuno, Israele verso il voto

Avigdor Lieberman, leader del partito di destra Israel Beitenu. KEYSTONE/EPA/ABIR SULTAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2019 - 12:55
(Keystone-ATS)

Sono falliti i tentativi di Avigdor Lieberman (leader del partito di destra Israel Beitenu) di dar vita a un "governo unitario nazionale e liberale" con il Likud di Benyamin Netanyahu e con i centristi di Benny Gantz, leader di Blu Bianco.

Lo ha affermato lo stesso Lieberman alla Knesset osservando che "a causa della loro mancanza di leadership, esiste il rischio di nuove elezioni".

Stanotte scade il termine massimo per il premier incaricato Gantz di annunciare la formazione di un governo.

Lieberman ha polemizzato sia con Netanyahu, il quale "non ha voluto separarsi dal blocco dei partiti ortodossi e messianici" sia con Gantz "il quale non ha accettato il tracciato indicato dal presidente Reuven Rivlin" per superare il blocco fra Likud e Blu Bianco.

Lieberman ha rilevato che la situazione si è fatta adesso particolarmente preoccupante "a causa delle due sfide con cui Israele deve misurarsi: quella della sicurezza e quella economica".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.