Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A causa di un'accesa lite fra due passeggeri, il volo Swiss LX196 per Pechino è stato interrotto ieri sera nei cieli di Mosca, e l'aereo ha dovuto ritornare a Zurigo. I due facinorosi - un 57enne e un 29enne cinesi - sono stati arrestati, mentre gli altri 200 passeggeri sono stati dirottati su voli diversi.

Il ritorno in Svizzera è stato deciso perché i due passeggeri sono venuti alle mani, ha affermato Rimund Friedrich, portavoce di Skyguide, confermando una notizia pubblicata da Blick.ch e "20 Minuten" online. L'atterraggio è avvenuto senza problemi alle 21.24, ha raccontato. "Trovo sorprendente che il capitano non abbia deciso di atterrare a Mosca, facendo scendere entrambi i responsabili dell'episodio", ha aggiunto. La scelta è stata fatta per "motivi operativi", ha affermato Mehdi Guenin, portavoce di Swiss. A Zurigo è stato infatti più facile far prendere ai passeggeri altri voli. A Mosca si sarebbe perso solamente più tempo, ha spiegato, aggiungendo che la decisione è stata presa dal capitano.

All'aeroporto di Zurigo-Kloten, ad attendere i due facinorosi c'era la polizia, ha detto il portavoce Werner Schaub. Gli agenti sono saliti sull'aereo e hanno scortato fuori i due uomini in stato d'arresto. Il motivo della lite non è chiaro, ma sono in corso delle indagini. Secondo Schaub, una componente in gioco sarebbe stata l'alcol. Il 57enne fino a questa mattina non è stato in grado di deporre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS