Navigation

Locarno Film Festival: Nadia Dresti direttrice artistica a interim

Al centro la nuova direttrice artistica (foto d'archivio). KEYSTONE/ELIA BIANCHI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 ottobre 2020 - 14:20
(Keystone-ATS)

Il Locarno Film Festival ha trovato, a interim, la sostituta di Lili Hinstin per il ruolo di responsabile della direzione artistica. Si tratta della locarnese d'origine Nadia Dresti, che assumerà la carica "per le prossime settimane", si legge in una nota odierna.

Dresti lascia dunque la direzione della Ticino Film Commission, che guidava dal 2018, diventando, oltre che direttrice artistica, anche responsabile del coordinamento di Locarno Pro, creato da lei stessa nel 2000. L'annuncio giunge a una decina di giorni di distanza da quello relativo alla partenza a sorpresa di Lili Hinstin dopo due edizioni.

Le dimissioni di quest'ultima sono, secondo le versioni della diretta interessata e del festival, dovute a divergenze strategiche. La 43enne nata a Parigi aveva preso il posto di Carlo Chatrian, partito per prendere le redini della Berlinale.

La decisione di puntare su Nadia Dresti è stata presa dal Consiglio direttivo del Locarno Film Festival, sotto la presidenza di Marco Solari, e ora verrà sottoposta al Consiglio di amministrazione. La nuova direttrice artistica incaricata in passato è anche stata numero uno del marketing della 20th Century Fox Svizzera.

Inoltre, ha fondato la società Zero Problem a Ginevra, compagnia specializzata in promozione cinematografica e relazioni pubbliche con la quale ha collaborato tra gli altri proprio per il festival di Locarno, del quale era consulente internazionale. È stata pure membro della Commissione della cultura cinematografica, promozione e marketing dell'Ufficio federale della cultura per otto anni e della Commissione federale del cinema dal 2012 al 2019. Nel 2017 è stata vicedirettrice artistica.

Il Consiglio direttivo ha anche allargato il campo operativo della vicedirettrice Simona Gamba, in carica dal 2019 e quest'anno responsabile della comunicazione. La statunitense nata a Torino con laurea alla Bocconi avrà il compito di espandere le attività digitali del festival.

Infine, proprio riguardo al ruolo di responsabile della comunicazione, il consiglio ha confermato la proposta di nominare Giada Peter, che già fa parte dell'ufficio stampa. La luganese si è laureata all'Università della Svizzera Italiana prima di conseguire un master a quella di Lucerna.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.