Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Vendite in progressione ma risultati in calo per Logitech nel secondo trimestre del suo esercizio 2015/2016 (periodo luglio-settembre).

La multinazionale vodese specializzata nelle periferiche per computer ha realizzato un fatturato di 540 milioni di dollari (517 milioni di franchi), in aumento del 2% su base annua. L'utile netto è per contro sceso da 36,1 a 18,1 milioni.

A livello operativo il risultato Ebit si è contratto da 42,1 a 25,7 milioni, ha comunicato oggi la società. Sulla redditività del gruppo hanno pesato in particolare gli effetti dei cambi e i costi di ristrutturazione, valutati a 8,7 milioni di dollari.

In valute locali la progressione dei ricavi è stata dell'8%. Un incremento che sale al 12% se si considera il solo comparto vendite al dettaglio, il "nostro miglior risultato da cinque anni a questa parte", commenta il presidente della direzione Bracken Darrell, citato in un comunicato odierno.

Le cifre pubblicate oggi sono chiaramente superiori alle attese degli analisti in relazione alle vendite, mente si rivelano leggermente inferiori per quanto riguarda l'utile. Era infatti pronosticato un fatturato di 507 milioni, un Ebit di 25,9 milioni e un risultato netto di 19,0 milioni di dollari.

Logitech conferma inoltre i suoi obiettivi per l'insieme dell'esercizio, che puntano in particolare su un aumento delle vendite al dettaglio del 7% a cambi costanti. Il gruppo è ben posizionato per affrontare le vendite natalizie, fa sapere il CEO Darrell.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS