Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La lunga estate dei servizi di sicurezza di sua maestà sta entrando nel vivo. I giochi olimpici sono infatti alle porte e sia la polizia che gli 007 sono sul chi vive. Due operazioni distinte degli agenti speciali dell'antiterrorismo hanno portato a 13 arresti in tre giorni mentre l'autostrada M6 è rimasta chiusa ieri per sette ore dopo che gli agenti della Staffordshire Police, allertati da uno dei passeggeri, hanno bloccato un autobus diretto a Londra. Alla fine si è trattato di un falso allarme. Che bene illustra però quanto siano tesi i nervi.

Questo, poi, potrebbe essere solo l'inizio. Stando alle informazioni raccolte dal Guardian nei circoli delle forze dell'ordine, nei prossimi giorni "è probabile" che ci sia un aumento negli arresti e nelle operazioni "visibili". Ovvero quelle che finiscono sulle pagine dei giornali, come gli arresti di Londra.

In questo caso le autorità hanno sottolineato che l'operazione non è legata alle Olimpiadi, che cominceranno il 27 luglio prossimo, ma fa parte di un intervento pianificato e guidato dall'MI5, i servizi di intelligence interni. Sta di fatto che tre dei sei arrestati abitavano nei pressi del parco olimpico ed erano sorvegliati da settimane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS